Se il diritto viene usato come una clava

Quando leggo un titolo di giornale riguardo ad una “sentenza shock“, storco il naso: in genere, una sentenza è ‘shock’ solo per chi non ha approfondite nozioni di diritto, e usa il solo buon senso come proprio personale (e definitivo) grado di giudizio. Per cui, venendo a sapere della decisione del giudice unico Marco Billi di condannare i membri della Commissione Grandi Rischi a 6 anni per omicidio colposo, in riferimento alla riunione della Commissione del 31 maggio 2009 – una settimana prima del terremoto – ero già pronto ad ascoltare i commenti più disparati. Processo alla scienza, sentenza assurda, giudici impazziti etc. Per principio, non do a credito a nessun tipo di sproloquio, per quanto ragionevole, senza informarmi di persona. Però, approfittando del servizio reso dal Fatto Quotidiano, che pubblica il verbale di quella riunione, una domanda mi è sorta spontanea: ma i giudici l’hanno letto, quel verbale?

Perchè durante la requisitoria, i pm hanno spiegato che “non si rimprovera, ovviamente, l’assenza di virtù profetiche, ma, più concretamente, una carente valutazione degli indicatori di rischio e una errata informazione”. E a questo punto, leggiamolo il verbale, redatto subito dopo la chiusura della riunione:
In esso si specifica che una sequenza sismica duri nella zona da “quasi sei mesi”, con scosse di magnitudo mai superiore al 2.7 sulla scala Richter, e che è “Improbabile che ci sia a breve una scossa come quella del 1703, pur se non si può escludere in maniera assoluta“. La Commisione, nella figura del vicepresidente, il prof. Barberi, spiega che, come noto, è “difficile fare previsione temporali sull’evoluzione dei fenomeni sismici”, ma che “essendo la zona di L’Aquila sismica, non è possibile affermare che non ci saranno terremoti“, mentre il prof. Eva dell’Università di Genova sottolinea come a lunghi sciami sismici non è detto debba seguire un evento più forte, “(esempio in Garfagna)”. Chiamando per nome e cognome la misurazione dei livelli del gas Radon, con il quale molti da tempo cercando di arrivare ad un sistema valido di prevenzione delle scosse, viene spiegato che “oggi non ci sono strumenti per fare previsioni e qualunque previsione non ha fondamento scientifico”.

Dove sarebbe la “carente valutazione degli indicatori di rischio”, in questo documento?  Perchè sono stati condannati degli uomini di scienza? Forse perchè Bertolaso, intercettato al telefono con l’ex assessore della Regione Abruzzo Daniela Stati specifica che la riunione è una “operazione mediatica” per tranquillizzare la gente? Ma Bertolaso è già accusato di omicidio colposo, e i suoi errori, le sue scelte e – al più – le sue incompetenze, le incompetenze di un uomo che crede che gli scienziati avrebbero detto “meglio che ci siano 100 scosse di 4 scala Richter piuttosto che il silenzio perchè 100 scosse servono a liberare energia e non ci sarà mai la scossa, quella che fa male”, non possono ricadere sui membri della Commissione Grandi Rischi! Con questa sentenza sembra che si sia voluto trovare un capro espiatorio, qualcuno da colpire con la clava del diritto, senza timore di ferire questo o quell’esponente politico.
Criticare gli uomini del potere giudiziario, in Italia, è sempre pericoloso: abbonati alle accuse che dai tempi di Tangentopoli in poi sono state lanciate da politici farabutti contro magistrati e giudici, stiamo rischiando di perdere il senso della misura: criticare una sentenza, non significa avercela col giudice, nè compiacere il buon senso dell’uomo medio di cui prima. Significa voler difendere il diritto da chi ne fa un uso sbagliato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...